I 2 sistemi principali del tuo cervello

Invia ad un amico

Il tuo cervello è una macchina perfetta e sofisticata, eppure nella maggior parte dei casi non abbiamo idea di come funziona.

Questo ci impedisce di utilizzarlo al meglio e di esprimere il nostro pieno potenziale.

Così adesso ti illustro una meccanica fondamentale del tuo cervello e ti aiuto a scoprire il modo migliore di utilizzarla.

Il Default Mode Network

Ci sono due sistemi principali nel tuo cervello.

Il primo si chiama Default Mode Network ed è la modalità standard in cui il tuo cervello dovrebbe passare la maggior parte del suo tempo (per questo si chiama Default Mode).

È una modalità di riposo, in cui utilizzi principalmente la corteccia prefrontale mediale ed emetti maggiormente onde cerebrali Alpha (che hanno una frequenza bassa e calma).

In questo modo si attiva uno stato psicofisico rilassato, in cui l’attenzione si rivolge all’interno e ti connetti maggiormente al tuo mondo interiore: rifletti, immagini o sogni a occhi aperti.

Il tuo cervello sarebbe strutturato per farti tornare sempre in questo stato, quando non sei impegnato in alcuna attività.

Il Task Positive Network

Invece il secondo sistema principale si chiama Task Positive Network ed è la modalità di azione in cui il tuo cervello entra quando sei impegnato in una attività specifica.

È una modalità attiva, in cui utilizzi principalmente il sistema di attenzione dorsale ed emetti maggiormente onde cerebrali Gamma (che hanno una frequenza molto alta e martellante).

In questo modo si attiva uno stato psicofisico focalizzato, in cui l’attenzione si rivolge completamente su ciò che stai facendo e ti concentri al massimo.

La trappola delle onde Beta

Questi due sistemi sono ugualmente importanti, ma anche diametralmente opposti: quando uno è attivo, l’altro viene disattivato.

Per esempio quando sei concentrato su qualcosa il tuo dialogo interno si quieta, oppure se hai tanti pensieri per la testa non riesci a concentrarti su ciò che stai facendo.

Il problema è che non ti viene insegnato come funzionano questi sistemi e come passare consapevolmente da uno all’altro, per questo a volte sei distratto quando dovresti essere concentrato, oppure sei disconnesso da te stesso per i troppi impegni quotidiani.

Inoltre questi sistemi sono sempre sotto pressione a causa degli stimoli digitali, dello stress, dei ritmi di vita moderni e delle cattive abitudini.

Così ti ritrovi in uno stato di costante agitazione mentale, emettendo principalmente onde cerebrali Beta e generando un mix di adrenalina e cortisolo.

Queste onde Beta hanno una frequenza agitata, in cui non sei completamente a riposo (onde Alpha) e neanche ben concentrato (onde Gamma), ma passi la maggior parte del tempo in un limbo confuso a metà tra i due sistemi principali del cervello.

Questo ti porta a perderti nella tua testa, anziché vivere le esperienze ed essere te stesso.

Non sai cosa vuoi, dimentichi le tue priorità e ti lasci disorganizzare dalle incombenze, dalle aspettative degli altri e dalle false emergenze.

L’emergenza delle distrazioni digitali

La causa principale di questo sono sicuramente le distrazioni digitali, che sono diventate onnipresenti nella nostra vita.

Passiamo costantemente da uno stimolo al successivo, bombardati su social media, siti web, pubblicità, pop-up, telefoni, computer, schermi per strada, schermi sugli autobus e chi più ne ha ne metta.

Questo ci ha portato ad avere un’attenzione povera e frammentata, in cui non siamo mai veramente attenti o rilassati.

Infatti secondo una ricerca della Stanford University, le persone che utilizzano spesso più media contemporaneamente hanno una una memoria ridotta. Per essere attenti, muovono molte più aree del cervello di quelle che sarebbero necessarie.

È quasi come un handicap: tutte le ricerche affermano che ogni generazione ha una capacità di concentrazione di gran lunga inferiore alla precedente.

Inoltre in diversi studi internazionali è emerso che le nostre capacità cognitive sono diminuite esponenzialmente nell’ultimo secolo, proprio a causa dello stile di vita moderno e degli stimoli digitali.

Come uscire da questa trappola

La soluzione per uscire da questo problema è semplice: devi solo tornare ad utilizzare i due sistemi principali del cervello nel modo naturale in cui dovrebbero funzionare.

Questo significa due cose:

  1. Quando sei impegnato su un’attività, concentrati solo su di essa e allenato a sospendere ogni altra distrazione (soprattutto quelle digitali come telefono, email, social, ecc…). In questo modo rieducherai il Task Positive Network ad emettere onde cerebrali Gamma (e non Beta).
  1. Invece quando sei rilassato, approfitta per prenderti del tempo completamente per te stesso, in cui stacchi completamente dai dispositivi digitali (telefono, computer, tablet, televisione, ecc…). Puoi fare qualcosa che ti piace come ascoltare della musica o rilassarti sul divano un momento, così da rieducare il Default Mode Network ad emettere onde cerebrali Alpha (e non Beta).

Allenati a fare queste due cose per brevi momenti distribuiti durante le tue giornate, bastano anche solo 15 minuti e non serve tanto tempo.

Nel resto della giornata, poi, puoi utilizzare normalmente i dispositivi digitali, perché questi brevi momenti ti permettono di rigenerarti ed evitare gli effetti collaterali dell’eccessiva stimolazione.

Uno strumento eccezionale e veloce per rieducare il tuo cervello è sicuramente la meditazione, perché ti guida a utilizzare l’attenzione in modo preciso e mirato per stimolare le diverse onde cerebrali, così da riprogrammarle.

Nei commenti fammi sapere cosa ne pensi.

Un caro saluto e sii felice!


Sautón Meditation Sautón Meditation
RICEVI I VIDEO SETTIMANALI CON I MIGLIORI INSEGNAMENTI, STRUMENTI E INTERVISTE PER ESSERE FELICE:

Commenti COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO O CHIEDICI UN CONSIGLIO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.