I 3 errori dei Livelli di Coscienza

Invia ad un amico

Nella Spiritualità moderna si parla molto di Livelli di Coscienza: gli stadi evolutivi che seguono gli esseri viventi man mano che procedono sul percorso spirituale.

Questo concetto è molto antico ed è presente in ogni autentica tradizione spirituale della storia, però è stato reso famoso da David R. Hawkins: scienziato di fama mondiale e pioniere della ricerca scientifica sulla coscienza.

Hawkins creò una mappa molto precisa dei principali Livelli di Coscienza, che si diffuse nel mondo e oggi viene utilizzata da molti insegnanti spirituali.

Però, come spesso accade, questa grande diffusione ha generato tanti fraintendimenti e confusione su questo argomento.

Adesso vediamo insieme cosa sono esattamente i Livelli di Coscienza e come funzionano, per individuare i 3 principali errori che girano nella spiritualità.

Le cosmologie spirituali

Come ho detto, i Livelli di Coscienza non sono un’idea nuova.

Al contrario sono presenti in ogni autentica tradizione spirituale, che ha provato a descrivere il percorso di crescita personale e spirituale dell’individuo.

Per questo esistono tantissime cosmologie diverse, che rappresentano il processo evolutivo dell’essere umano.

I più famosi sono sicuramente:

  • I 7 Chakra e il viaggio della Kundalini verso il risveglio, che vengono descritti nella tradizione vedica indiana del Kundalini Vidya
  • I 10 livelli del Bodhisattva nella tradizione Buddhista Mahayana
  • I 10 punto del Toro Zen nella tradizione Zen Giapponese
  • Le 7 Valli del Sufismo
  • Le Sephirot della Kabbalah nella tradizione Ebraica
  • I 7 livelli della Tradizione Andina dei Q’Ero, gli eredi degli Inca
  • Gli Arcani Maggiori dei Tarocchi nell’Esoterismo Occidentale

Io ho studiato nella maggior parte di queste tradizioni spirituali e ho ricevuto autorizzazione a insegnare molte di esse.

Per cui ho potuto osservare i tanti elementi in comune tra tutte queste cosmologie, che sono perfettamente in linea anche con i Livelli di Hawkins e a cui sicuramente questo scienziato si è ispirato per creare la sua mappa.

I Livelli di Coscienza di Hawkins

L’aspetto più geniale di Hawkins è stato aggiungere una componente matematica alla sua mappa, per creare una scala misurabile e precisa di tutti i Livelli di Coscienza.

Questa scala matematica è in linea con la mentalità occidentale e non è presente in alcuna altra tradizione spirituale, in cui di solito viene fornita una descrizione più poetica ed esperienziale dell’evoluzione spirituale.

Invece la mappa di Hawkins era organizzata su 17 livelli precisi, distribuiti in una scala quantitativa da 1 a 1000.

Questa scala partiva dagli stati più bassi sotto il livello 200 (come vergogna, senso di colpa, apatia, paura, rabbia e orgoglio), poi passava per gli stati intermedi tra il livello 200 e il livello 600 (come coraggio, equanimità, accettazione, ragione, amore e gioia) e infine terminava negli stati più evoluti e spirituali sopra il livello 600 (come pace e Illuminazione spirituale).

Su questa scala sono state create tante mappe più o meno approfondite. Uno dei miei maestri ha utilizzato i Livelli di Coscienza di Hawkins per creare una mappa molto interessante e funzionale per l’insegnamento, dalla quale ho imparato molto e che ho avuto autorizzazione a insegnare.

La mia esperienza con i Livelli di Coscienza

Lavorando con questo maestro e in molte delle tradizioni spirituali che ho citato prima, ho potuto approfondire la maggior parte delle cosmologie spirituali e mappe evolutive che sono state create nella storia.

Questo mi ha portato nel 2017 a creare una nuova mappa molto accurata del processo spirituale, che ho chiamato “Ruota della Coscienza” e che riunisce tutte le mappe delle principali tradizioni spirituali e i livelli di Hawkins.

Questa mappa al momento si compone di 100 livelli (inizialmente erano un milione, ma era troppo difficile da utilizzare praticamente) e ti permette di comprendere la natura della vita stessa, indagando nel dettaglio tutto ciò che accade dall’inizio del percorso spirituale fino alla piena Illuminazione.

Ho continuato a migliorarla e aggiornarla nel corso degli ultimi 5 anni, analizzando la mia esperienza e quella di centinaia di persone che ho guidato in un percorso completo di crescita personale e spirituale.

In questo modo ho individuato diversi errori e fraintendimenti nella maggior parte delle mappe più diffuse oggi, correggendoli nella mia Ruota della Coscienza, che probabilmente inizierò a condividere pubblicamente l’anno prossimo (sento che i tempi sono maturi).

I 3 principali errori nei Livelli di Coscienza

Gli errori più importanti che ho individuato sono tre:

  1. Forma piramidale: la maggior parte delle mappe moderne sui livelli di coscienza individuano l’Illuminazione spirituale come lo stato migliore e più elevato, mentre tutti gli altri vengono visti come una discesa graduale verso il basso e le peggiori emozioni umane. Quindi la maggior parte di queste descrizioni dipingono lo stato ordinario di coscienza come un errore e il percorso spirituale come un ritorno allo stato originario e perfetto. Questo però è un errore, infatti nella mia mappa e in molte mappe antiche non esiste un ordine gerarchico e non esistono stati inferiori o superiori, ma è più un ciclo naturale della vita, che alterna confusione e Illuminazione.
  1. Posizione rigida: la maggior parte delle mappe moderne sui livelli di coscienza individuano un punto specifico della mappa in cui si trova ogni persona (il suo Livello di Coscienza), che è un punto preciso e cambia man mano che tu evolvi e procedi nel tuo percorso. Questo però è un errore, perché in realtà la nostra coscienza si muove costantemente, infatti nella mia mappa e in molte mappe antiche viene individuata al massimo una media in cui passi la maggior parte del tempo, però la tua coscienza oscilla costantemente sulla base di come stai in ogni momento.
  1. Finale limitato: la maggior parte delle mappe moderne sui livelli di coscienza individuano una meta finale da raggiungere, che è l’illuminazione spirituale e oltre la quale non c’è più altro da realizzare. Questo però è un errore, perché significherebbe che c’è un limite oltre al quale non puoi più crescere e che il tuo potenziale è limitato, quando in realtà non c’è mai una fine al percorso e il tuo potenziale di evoluzione è illimitato. Infatti la mia mappa e molte mappe antiche sono cicliche e si ripetono all’infinito, proprio perché non c’è una meta finale oltre la quale non puoi più crescere.

Questi 3 errori, presenti nella maggior parte delle mappe moderne sui livelli di coscienza, sono molto pericolosi ed è importante evitarli su un percorso spirituale.

Altrimenti rischi di creare separazione tra i vari aspetti della vita, creare un blocco oltre al quale non riesci più a crescere, idealizzare l’Illuminazione spirituale, creare distanza tra te e il tuo maestro, accrescere l’attitudine egocentrica o fraintendere gli insegnamenti spirituali.

Nei commenti fammi sapere cosa ne pensi.

Un caro saluto e sii felice!


Sautón Meditation Sautón Meditation
RICEVI I VIDEO SETTIMANALI CON I MIGLIORI INSEGNAMENTI, STRUMENTI E INTERVISTE PER ESSERE FELICE:

Commenti COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO O CHIEDICI UN CONSIGLIO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Anna Maria 3 Agosto 2022

    Ciao Surya, sono una italiana che vive stabilmente in Gran Canaria, sono pensionata ed ho deciso di vivere qui proprio per avere il tempo e la tranquillitá di approfondire alcuni degli argomenti di cui ti occupi. Apprezzo e condivido il tuo approccio alla pratica e alla percezione della crescita spirituale, perché ho sperimentato che non si tratta di un percorso a tappe stabilite, lineare e prevedibile, ma di un cammino solitario e affascinante , spesso difficile, che peró ti regala ad ogni passo nuovi panorami e nuovi punti di vista. E non hai piú voglia di tornare indietro, né di fermarti, se non per il tempo di ringraziare e benedire la Forza che ti portato fin lí. Quindi Grazie, aspetto con gioia di continuare a leggerti.